Da nord a sud, i Presepi più bizzarri d’Italia

Inserito il 20 novembre 2011 - Letto 2.028 volte - Nessun commento

I PresepiQuella che è sempre stata una forte tradizione natalizia, ovvero realizzare il Presepe, nelle case degli italiani sta una po’ scomparendo. Colpa del poco tempo a disposizione, della poca voglia o semplicemente della “concorrenza” (l’albero di Natale è altrettanto bello e più semplice da decorare). Eppure i Presepi raccontano una parte del nostro Paese, che non deve essere dimenticata. Ecco perché dall’estremo nord fino alla punta dello Stivale è possibile imbattersi in moltissimi presepi realizzati dai piccoli comuni di provincia o dalle grande città, che continuano a mantenere viva questa tradizione.

Ce ne sono per tutti i gusti: presepi viventi, di sale, di sabbia, persino quelli della satira napoletana, ognuno con una specificità, tutti finalizzati a rievocare – a proprio modo – la nascita di Gesù. Tra i presepi più bizzarri non può non essere ricordato il Presepe del Gossip di Napoli in via San Gregorio Armeno, che vanta personaggi “illustri” al fianco di Giuseppe, Maria e Gesù, come Corona, Maradona, Berlusconi in una rilettura del Natale che si colloca tra il profano e il satirico.

Da non perdere, poi, il Presepe di Marina Centro e Torre Pedrera, vicino a Rimini: si tratta di un presepe fatto con sculture di sabbia a grandezza naturale, ben illuminate anche nelle ore notturne. E ancora il Presepe di Sale di Cervia dove le sculture vengono realizzate tramite la cristallizzazione dell’acqua delle saline. Nel corso degli anni, poi, l’Italia ha visto la realizzazione di presepi assolutamente unici, come quello di Genova, immerso nel noto acquario oppure il mastodontico Presepe di cioccolato, preparato a Napoli con 15 quintali di buonissimo cioccolato, nel rispetto dell’atmosfera natalizia, che da sempre è sinonimo di tradizione, festa e golosità.

Argomenti: , , , , ,

Lascia un commento